03 Apr

Il futuro dei Cluster

All’inizio delle nuove legislature regionale e nazionale auspichiamo la conferma del ruolo dei Cluster Tecnologici.

Nati in Lombardia come evoluzione di precedenti aggregazioni ( Sistemi Driade/ Dafne e Distretti Alta Tecnologia) e successivamente riconosciuti a livello nazionale nell’ambito del MIUR, si sono dimostrati un efficace strumento per capire l’economia nell’era della globalizzazione, per gestire il proprio posizionamento competitivo e per orientare innovazione e investimenti.

In Lombardia in particolare, il ruolo di interlocutori istituzionali attribuiti ai Cluster è stato apprezzato in occasione della approvazione della legge regionale ”Lombardia è Ricerca e Innovazione”, ora in fase di avanzata attuazione, e nella formulazione dei piani regionali di allocazione delle risorse a sostegno della competitività del sistema produttivo regionale.

Il successo, in termini di ampiezza e di qualità delle adesioni ai recenti bandi regionali per la selezione di progetti altamente innovativi, testimonia di una “best practice” regionale coerente con il nuovo modo delle aziende di essere competitive ovunque nel mondo e che allinea la nostra regione alle prassi in atto nei paesi europei di consolidata industrializzazione.

Torneremo su questo tema nelle prossime news.

In allegato un redazionale apparso su “Il Sole 24  Ore” di venerdì 30 marzo u.s. relativo al nostro Cluster Lombardo della Mobilità.

Allegato